domenica 5 febbraio 2012

Sacher Torte

Tutta questa neve anche in città (la mia) dove la neve è un evento raro, ci fa tornare bambini: ecco il motivo per cui ieri siamo usciti passeggiando per il quartiere, alla ricerca di qualche scatto che potesse catturare un minimo il paesaggio surreale che si presenta ai nostri occhi, passando per battaglie a palle di neve, povere signore rovinosamente scivolate sul ghiaccio, per finire con l'assistere alla creazione di un pupazzo di neve il stile Bob Marley... L'aria è frizzante e sembra anche pulita (altra cosa rara da queste parti...), chiudendo gli occhi si può anche immaginare di essere in montagna... anche se, devo dirlo, il fascino di Roma vestita da sposa è impareggiabile.
Gli amici ci sono (quei pochi che sono riusciti ad arrivare), il calduccio delle mura domestiche anche, manca solo un bel caminetto con un fuocherello scoppiettante e siamo decisamente in vacanza. E per esaltare ancora di più l'atmosfera, non può mancare una bella polenta fumante, con sugo e salsicce, come vuole la tradizione romana.
Per concludere, una golosissima torta Sacher, accompagnata da vin brulè. 
La Sacher ha origini nel lontano 1832 a Vienna e sembra che sia inimitabile: infatti è protetta da un marchio di fabbrica e, ad oggi, non esistono al mondo licenze per la ua vendita.
Ci sono due ricette ufficiali. Perciò per due volte è sorta una causa legale tra i negozi viennesi di paste Sacher e Demel per stabilire a chi dei due è permesso vendere la Sachertorte "originale". Ancor oggi i segreti della torta Sacher sono gelosamente custoditi dalla pasticceria dell'Hotel Sacher di Vienna, che ne produce artigianalmente oltre 270.000 pezzi all'anno (fonte Wikipedia).
Io sono un'appassionata di Sacher, ed ogni volta che vado in montagna, la assaggio in tutte le pasticcerie e bar del posto per stabilire quale, secondo me, sia la migliore...e vado in montagna sempre nello stesso posto...! Da un anno all'altro, sapete, non ricordo più qual sia la mia preferita...

Quella che vi propongo oggi è, a mio parere, molto buona: ho usato la ricetta base della "Torta pacchetto regalo" che avevo realizzato tempo fa. Questa base si presta per questo tipo di torta perchè è abbastanza compatta, per cui si riesce a tagliare in strati molto sottili senza che si rompa.
Dato che ho aggiunto un paio di ingredienti, vi ripeto la ricetta:

60 gr di burro (io questa volta ho usato 30 gr di burro e 30 gr di olio si semi...quando finisci il burro durante una ricetta...la situazione è tragica!!!)
125 gr di formaggio cremoso 
185 gr di zucchero (ne ho messi 150 gr)
2 uova
100 gr di cioccolato fondente fuso
250 gr di farina
30 gr di cacao amaro
1 cucchiaino di lievito
180 gr di latte (la ricetta prevedeva acqua, ma l'ho sostituita con latte)

Lavorate il burro a crema (in caso, passatelo 30 secondi in microonde) ed il formaggio cremoso, poi uniteli allo zucchero. Aggiungete poi le uova leggermente sbattute, una alla volta, ed infine il cioccolato fuso (non bollente). Setacciate la farina con il lievito ed il cacao, ed amalgamateli al composto, alternandoli con il latte. Versare in una teglia tonda di 24 cm, foderata con carta da forno. Cuocete a 180° per circa 45 minuti.
Fate raffreddare la torta e poi tagliatela in più strati (io l'ho tagliata in 4 strati). Farcite ogni strato con due cucchiai di confettura di albicocche setacciata (quella senza pezzi). Passate un po' di confettura anche all'esterno e sui lati. Infine, glassate la torta con 300 gr di cioccolato fondente fuso. Fate riposare una giornata e servitela a temperatura ambiente.


Eccola qui con questo bel panorama che si gode dalla mia finestra!


 E' decisamente buona: provare per credere!!! :p

1 commento:

  1. Brava Ele!
    Bella la Sacher con sfondo neve :)
    Quant'è cioccolatosa...

    RispondiElimina

I vostri dolci commenti