domenica 15 aprile 2012

Crostata Frangipane semplice semplice




Eccoci qui per la nuova sfida dell'MTC! Quando ho letto la ricetta della nuova sfida, la crostata frangipane, la mia reazione è stata decisamente esultante... un po' perchè il mio amore per i dolci non è un segreto per nessuno, e voi lo sapete bene! Un po' anche perchè anni fa assaggiai questa torta e mi ripromisi di ripeterla a casa...cosa che non ho mai fatto... per cui, quale migliore occasione!?!
Nella mia mente frullano mille idee per provare tante diverse associazioni di sapori, ma parto da quella più semplice: crema frangipane con le mele. Sì lo so, è decisamente banale...ma fa parte di quei sapori che ti riportano indietro nel tempo, nella cucina delle nonne, tra nuvole di farina ed aroma di burro...


Ale, Dani e Giorgia spiegano esaurientemente l'origine di questa meravigliosa ricetta, che prevede uno scrigno croccante che racchiude una crema morbida all'aroma di mandorle. 
Io, pur seguendo la ricetta di Ambra, ho combinato un macello... per cui questa torta rientra in quelle da rifare con il senno di poi, rimediando ai mille errori che ho compiuto durate la sua realizzazione...
Per prima cosa, prendete una bella mela e tagliatela a fettine sottili; mettetela in una ciotola a macerare con un cucchiaio di zucchero a velo, una spruzzatina di cannella in polvere ed il succo di mezzo limone.
Per lo scrigno croccante ho deciso di utilizzare una pasta frolla alle mandorle per riprendere il sapore delle mandorle della crema frangipane. 

Per la frolla:
100 gr di mandorle
100 gr di farina 00
100 gr di burro
1 uovo
70 gr di zucchero

Tostate velocemente le mandorle in padella, poi frullatele con lo zucchero fino ad ottenere una farina fine. Unite alla farina 00 e fate raffreddare bene il composto (io non l'ho fatto! e questo è stato il primo errore della mia ricetta...). Aggiungete il burro freddo ed amalgamate con le farine fino ad ottenere un composto a briciole. A questo punto unite l'uovo, formate una palla, e mettete a riposare in frigo. Stendetela con il mattarello se l'impasto è abbastanza solido... se invece come il mio era morbidisssssssimo, prelevate l'impasto a cucchiaiate e rivestite i bordi ed il fondo di una tortiera da 24 cm di diametro. Stendete un foglio di carta forno sulla base di frolla, ricoprite di legumi secchi e fate cuocere per 10 minuti a 180º. Io per evitare la copertura con i legumi, ho compiuto il mio secondo passo falso della ricetta...ho tenuto la base in frigo e poi in congelatore, e quando era bella solida, l'ho cotta per i fantomatici 10 minuti...e le pareti della base sono crollate tutte!!! Per cui avevo solo un disco di base di frolla... ma non mi faccio prendere dal panico!!!
Ho steso un velo di marmellata di more sulla base di frolla (ho usato circa 3/4 di barattolo...non sembra proprio un LEGGERO strato... ma è uno strato di circa 3 mm) ed ho ricoperto con la crema frangipane di Ambra, che è bastata a malapena (lei però ci aveva avvertito...).

Per la crema frangipane:
100g di mandorle pelate
100g di burro appena ammorbidito
100g di zucchero semolato
1 uovo
30g di fecola di patate
1 cucchiaio di aroma di vaniglia

Frullate le mandorle con un paio di cucchiai di zucchero fino ad ottenere una farina fine. Lavorate il burro con lo zucchero ottenendo una consistenza spumosa, poi unite l'uovo leggermente sbattuto e l'aroma di vaniglia. Amalgamate poi con la farina di mandorle e con la fecola di patate e trasferite il composto in una sac à poche. A questo punto, dato che i bordi della mia frolla erano rovinosamente crollati (più che altro  si erano sciolti ed amalgamati alla base...) ho creato un bordo di crema frangipane. Ho poi spalmato la restante crema su tutta la superficie della crostata. Ho preso poi la mia bella mela ed ho messo le fettine a raggiera sulla torta.


Ho infornato a 180°per mezz'ora, e qui ho fatto il mio terzo errore: sono uscita di casa, per cui ho lasciato a mio marito l'incombenza di spegnere il forno... lui non ha controllato, ovviamente, la torta...ha solo spento il forno... beh, morale, la torta era completamente cruda al centro... per cui ho rinfornato la torta fredda per altri 45 minuti, gli ultimi 15 tenendola coperta con carta argentata...
L'aspetto non è forse dei migliori, ma ho cercato di rimediare impegnandomi nelle foto... sì, perchè in questi ultimi mesi, navigando su vari blog, ho notato che la foto della ricetta è una delle cose più importanti in un blog... e le mie... no comment!!! Beh questo per dire che su queste foto mi sono particolarmente impegnata... per cui siate clementi!!!
Tornando alla torta... secondo me era buona...il profumo ed il sapore di mandorle della crema frangipane facevano da padrone e la marmellata dava cremosità alla fetta, senza coprire gli altri sapori...

 


 Beh provatela, magari senza ripetere i miei errori!

Inutile dire che questa ricetta partecipa all'MTChallenge di Aprile!




Da oggi il mio blog è a impatto zero!

Partecipando alla lodevole iniziativa ambientalista promossa da DoveConviene.it, il sito che aggrega tutti i volantini promozionali e li rende consultabili online, ho permesso ad un nuovo albero di vedere la luce in una zona boschiva a rischio di desertificazione. 
L'iniziativa è molto semplice: per ogni blog che aderisce al progetto DoveConviene pianta un albero la cui produzione di ossigeno andrà a compensare le emissioni di anidride carbonica prodotte dal mio sito.
Forse non tutti sanno che in media un sito internet si fa carico ogni anno dell'emissione di 3,6 kg di CO2, a fronte di ciò invece un albero è in grado di assorbirne fino a 5 kg all'anno. Il bilancio finale è a favore dell'ossigeno, il mio blog ne guadagna, l'ambiente ne guadagna e con lui tutti noi.
DoveConviene tramite l'attività di distribuzione di volantini in formato elettronico si sta facendo portavoce di una nuova tendenza mirata alla diminuzione dell'utilizzo e spreco di carta per scopi pubblicitari. 
In 12 mesi di attività sono stati già piantati più di 1.000 alberi, ma l'iniziativa non si ferma qui e per i prossimi mesi la sfida lanciata è ancora più ardua: piantare altri 1000 alberi entro la fine di agosto. Se l'intento riuscirà altri alberi verranno aggiunti al computo totale come premio alla zelanza dei blogger italiani. Perciò partecipiamo tutti numerosi!
Per chi vuole approfondire nel dettaglio sull'iniziativa vi invito a visitare http://www.iplantatree.org/project/7

8 commenti:

  1. Stasera devo ringraziarti di un sacco di cose direi! Innanzitutto grazie per la ricetta, ottima (mi è piaciuto quando ai scritto "scrigno croccante" l'ho trovata una descrizione perfetta), grazie del fatto che tu cerchi di applicarti per studiare le foto più adatte anche per noi (Giorgia gongola!), per aver condiviso piccoli errori e possibili soluzioni con noi e infine per la segnalazione della lodevole iniziativa degli alberi.
    Grazie di tutto, quindi e buona serata
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sono contenta che la ricetta, e tutto ciò che le gira intorno, ti sia piaciuta!
      E come al solito, grazie a tutte voi, che lavorate per noi!!! Alla prossima ricetta!!!
      Ele

      Elimina
  2. Una torta di mele non può essere mai banale...affascinante ma non banale!!!Perfettamente eseguita!Smack!

    RispondiElimina
  3. le cose semplici sono le più buone. e le torte di mele hanno un nonsocchè che le rende sempre speciali. a me mettono di buon umore e addrizzano le giornate storte.. pensa che regalo immenso che stai facendo all' umanità!!! :O)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello!!! Sono contenta!!! Grazie!!!

      Elimina
  4. In effetti anche io l'ho fatta alle mele e ho pensato la tua stessa cosa, troppo banale per l'MTC? Ma è pur vero che anche giusto cucinare cose che ci va di mangiare, e non solo per far colpo ;-) Pero' mi sembra strano che con 30 minuti non si è cotta, la mia si!
    p.s.: mai lasciare i forni accesi ai mariti ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah hai ragione!!!
      Non so per la cottura...ogni forno è un mistero a sè!!!

      Elimina

I vostri dolci commenti